Dottor Alessandro Luzzati website
Dottor Alessandro Luzzati
 

Dottor Alessandro Luzzati
Case History, soluzioni e tecniche chirurgiche:

CASO 1
Cifosi post chirurgica con mielopatia cervicale (esiti di laminectomia in astrocitoma) in paz. di13anni
Rx, RMN e TAC pre operatorie. Correzione con osteotomia cervicale con triplo accesso.
Rx e TAC a 3 anni di distanza, con funzione neurologica normale, attività sportiva inclusa.

----------------------------

CASO 2
Sarcoma di Ewing L1 in paz. di 14 anni. Operato di vertebrectomia L1 in monoblocco e ricostruzione-artrodesi anteriore con auto ed omoinnesto massivo, fissazione posteriore con barre in titanio. Controlli a 5 anni di distanza libero da malattia e con funzione neurologica normale, attività sportiva inclusa.

----------------------------

CASO 3
Emangioendotelioma maligno T5-T6 in paz. di 28 anni recidivato dopo chirurgia effettuata in altro ospedale. Operata di doppia vertebrectomia totale allargata in monoblocco per doppia via anteriore e posteriore, ricostruzione-artrodesi anteriore con auto ed omoinnesto massivo, fissazione posteriore con barre in titanio. Controlli a 12 anni di distanza, libera da malattia con funzione neurologica normale.

----------------------------

CASO 4
Osteosarcoma di alto grado L2-3-4 in paz. di 14 anni
Operato di tripla vertebrectomia allargata in monoblocco L2-L3-L4 per doppia via anteriore e posteriore, ricostruzione-artrodesi anteriore con sistema modulare in carbonio ed autoinnesti, fissazione posteriore con barre in titanio.
Libero da malattia con funzione neurologica normale a 5 anni di distanza, sport leggeri consentiti.

----------------------------

CASO 5
Condrosarcoma di alto grado T 7-8-9-10 in paz di 27 anni
Operato di quadruplice vertebrectomia allargata T 7-8-9-10 in monoblocco con doppia via d’accesso anteriore e posteriore, ricostruzione-artrodesi anteriore con sistema modulare in carbonio ed autoinnesti, fissazione posteriore con barre in carbonio (radiotrasparenti). Paziente libero da malattia a quattro anni di distanza, con funzione neurologica normale, attività sportiva inclusa.

----------------------------

CASO 6
Cordoma T5-6-7-8-9 in paziente di 68 anni
Vertebrectomia allargata in monoblocco T5-6-7-8-9 con doppia via d’accesso anteriore e posteriore, ricostruzione-artrodesi anteriore con sistema modulare in carbonio ed autoinnesti, fissazione posteriore con barre in titanio
Paziente libera da malattia a 8 anni di distanza, con funzione neurologica normale.

----------------------------

CASO 7
Lesione secondaria unica da melanoma omero sinistro in paz di 58 anni, con intervallo libero di quattro anni
Resezione ampia dell’omero, ricostruzione osteo-articolare con trapianto massivo di banca e protesi di rivestimento fissato con due placche
Paziente localmente libera da malattia a quattro anni di distanza con funzione di spalla buona.

----------------------------

CASO 8
Osteosarcoma femore destro distale in paz. di 16 anni. Operato di resezione ampia in monoblocco del terzo distale di femore, ricostruzione con megaprotesi per grande resezione. Controlli a 3 anni di distanza, libero da malattia e con deambulazione normale.

----------------------------

CASO 9
Lombalgia cronica in scoliosi degenerativa ed instabilità rotatoria lombare in paz. di 62 anni.
Operata di riduzione della deformità ed artrodesi dorso-lombare con barre in carbonio (radiotrasparente).
A 7 anni di distanza dolore scomparso, vita normale, ottima correzione sia sul piano sagittale che su quello coronale.

----------------------------

CASO 10
Displasia fibrosa in paz. di 22 anni già operata in altro ospedale ed evoluta in franca pseudartrosi dolente.
Operata di rimozione mezzi di sintesi (rotti), cruentazione del focolaio ed innesto autologo, osteosintesi con infibulo endomidollare.
Controlli a 2 e 6 anni di distanza, con perfetta guarigione, funzione normale, sport incluso.

----------------------------

CASO 11
Lombosciatalgia bilaterale in spondilolistesi in paz. di 32 anni.
Operata di riduzione della deformità, artrodesi lombo-sacrale (L5-S1) per via posteriore con barre in carbonio (radiotrasparente) e cages anteriori in carbonio riempite di autoinnesti.
A 8 anni di distanza dolore scomparso, perfetta fusione lombo-sacrale, vita normale, sport incluso.

 

 

 

Home - Curriculum - Attività Clinica - Casistica Chirurgica - Pubblicazioni - Media - Contatti